, ,

CAPRE: MAESTRE DI FLESSIBILITA’

Darsi da fare e’ l’antidoto alla pigrizia e alla lamentela sterile!

Fuerteventura è talmente piena di capre che da anni questi animali ne sono diventati il simbolo.

Ogni souvenir le raffigura, e loro, noncuranti, passano le giornate a masticare piante e a farsi fotografare dai turisti.

Si cibano di arbusti, e prediligono quelli semigrassi, perché più ricchi di acqua.

Mentre sgranocchiano magari pensano:

“Dovremmo iniziare a farci pagare, almeno un euro a foto”.

Se così fosse potrebbero permettersi di andare al ristorante ogni sera, dato il numero impressionante di scatti che le immortalano.

FORTI E FLESSIBILI

Ciò che più ammiro di questi animali è la capacità di sopportare la siccità; si sono abituate a non bere, sanno approfittare della poca quantità di acqua che si accumula sulle piante grazie all’escursione termica tra giorno e notte.

Sono un perfetto esempio di come la flessibilità sia la vera forza, di come darsi da fare sia meglio che arrendersi, di come lottare per sopravvivere sia l’antidoto alla pigrizia e al lamento, così caro agli umani.

COINQUILINI NEL DESERTO

Nel deserto, oltre agli scoiattoli (con i quali condividono fama e celebrità) le capre hanno altri coinquilini.

Non è raro incontrare i numerosi ricci (erizo), che si mimetizzano con facilità nel deserto, sfruttando la loro colorazione perfettamente tono su tono.

E le numerose specie di uccelli, tra i quali l’Ubara, della quale una varietà è presente solo sull’isola di Fuerteventura.

E i diversi tipi di lucertole, che passano la loro giornata fuggendo dai predatori, e rilassandosi al sole su qualche sasso.

A Fuerteventura non esistono serpenti, né scorpioni o ragni velenosi o altre creature pericolose.

NATURA VIVA

Tutta questa vita si muove in un palcoscenico di sabbia, terra e cielo che sembra un dipinto.

Un capolavoro di accostamenti cromatici, dove niente è casuale.

Il piumaggio e il manto degli animali sono stati pensati e progettati per mimetizzarsi alla perfezione, la composizione vulcanica della terra e delle rocce è stata realizzata per accogliere e nutrire le specie vegetali che regolano l’ecosistema.

Il tutto orchestrato dall’umidità notturna che fornisce l’unico elemento insostituibile quanto indispensabile: l’acqua.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *