Sprescia: termine genovese che significa fretta, premura all’ennesima potenza.

In questi giorni ho attacchi di sprescia: non vedo l’ora che arrivi l’11 luglio per vivere in prima persona l’uscita del mio nuovo libro.

Per fortuna il ritmo calmo di Fuerteventura mi aiuta a rilassarmi, offrendomi interminabili passeggiate nel deserto vicino a casa mia, accompagnata dal felino più strano, o forse magico, che abbia mai conosciuto.

Ormai si è impossessato del territorio che circonda la nostra casa e di solito non mi considera, se non per venire a mangiare o bere.

Vive la sua vita libera, cacciando uccelli e lucertole e apparentemente non fa caso a me; appena metto le scarpe da ginnastica e mi preparo per andare a camminare nel deserto, magicamente si materializza silenzioso, e inizia a seguirmi, accompagnandomi anche per ore.

Questo piccolo nostro rito quotidiano è diventato il nostro linguaggio segreto e penso sia il metodo migliore per sconfiggere la sprescia.

2 commenti
  1. Francesca Bortolazzi
    Francesca Bortolazzi dice:

    Laura è un piacere leggerti ed è illuminante vedere il tuo cammino…ispirante direi….un.bacione e spero a presoooo

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *