IL PERICOLOSO PIACERE DI VOLER AVERE SEMPRE RAGIONE

Tra l'avere ragione e l'essere felice, scelgo di essere felice.

Quante amicizie, quanti matrimoni, quante famiglie si sono estinte a causa della volonta’ di avere sempre ragione?

Quante discussioni si animano fino a degenerare in liti perche’ le parti in causa non possono prescindere dall’aver ragione, dall’ “aver l’ultima parola” e dal voler convincere a tutti i costi che quello che dicono e’ la sola e unica verita’ assoluta.

Quante persone sono disposte a formulare “profezie autodistruttive” e a gioire quando queste si realizzano per poter dire: “visto, avevo ragione, lo avevo detto che sarebbe andata male!”

TRA L’AVERE RAGIONE O L’ESSERE FELICE, SCELGO DI ESSERE FELICE.

Per troppi anni ho insistito, argomentato, filosofeggiato, trasceso, esagerato nei modi e nei toni perche’ ero spinta dal furioso impeto di avere ragione, e di ottenerla plenariamente.

Troppe volte queste mie "performance" mi hanno portato a innervosirmi, ad abbandonarmi all’ottusa testardaggine e magari a “spararle grosse” in alcune discussioni, rischiando di perdere amici.

I BENEFICI EFFETTI DELLA CURIOSITA’

Ho imparato che mi basta ascoltare di piu’ e parlare di meno per imparare, e ho scoperto che chiunque puo’ insegnarmi cose nuove.

Ho capito che farmi domande, sollevare dubbi, coltivare la curiosita’ e’ il mio segreto per continuare a migliorare come persona.

Ora diffido di chi ha gia’ tutte le risposte, di chi e’ sicuro di tutto, di chi non ha voglia di scoprire cose nuove, anzi si chiude nelle solite abitudini.

Ho paura di chi ha solo certezze, di chi e’ statuario nelle proprie convinzioni, chi non e’ disposto a scendere a compromessi.

E mi affascina chi si pone domande, chi si mette in gioco, chi cerca nuove strade, chi e’ disposto a scoprire altri modi di fare le “solite cose”.

Mi sento a mio agio con chi coltiva il dubbio, chi esplora e da’ valore ai punti di vista differenti, chi si mette nei panni degli altri.

Passo volentieri il mio tempo con chi sa stupirsi degli altrui argomenti, senza volerli a tutti costi smontare o sminuire.

Ho una sola certezza: per essere felici e’ necessario ascoltare il piu’ possibile, coltivare la curiosita’, continuare a imparare, fare tante domande, e – soprattutto - non voler avere sempre ragione.

 

 

HAI GIÀ LETTO IL MIO PRIMO LIBRO: «CV»?

CHIEDI L'ANTEPRIMA GRATUITA QUI!